FERMENTI CATTOLICI VIVI

"Andate controcorrente. Di quanti messaggi, soprattutto attraverso i mass media, voi siete destinatari! Siate vigilanti! Siate critici!" Benedetto XVI

IL NOME SCRITTO IN CIELO – Fioretti di San Filippo Neri

Posted by fermenticattolicivivi@gmail.com su 17/05/2012

Un giorno il padre mostrava a Pippo Buono l’albero genealogico dei Neri, su cui stavano scritti i nomi di tanti illustri personaggi della sua famiglia. 

Il padre ricordava al giovanetto come le antiche glorie del suo casato risalivano a tre secoli addietro e, convinto di far piacere al figlio, incominciò a narrare le gesta gloriose dei più celebri membri.

 Francesco Neri raccontava con un senso di vivo compiacimento, citando nomi noti in Firenze di un tempo; egli sperava che Pippo, un giorno, imitando i suoi antenati, avesse a risollevare le sorti della famiglia, allora alquanto decaduta. Ma il giovinetto, che sapeva quanta vanità vi fosse nelle parole del padre, annoiato da quelle narrazioni, esclamò:

 “Parlami d’altro, babbo, perché quanto tu mi narri  non mi riguarda.” – “Come? Non è forse un onore per te appartenere a una famiglia così illustre?” 

Pippo Buono, quasi indispettito da una simile domanda, prese la pergamena dell’albero genealogico tra le mani, la lacerò con un gesto rapido, inesorabile, dicendo: “Meglio mille volte avere il proprio nome scritto in cielo! Una sola cosa desidero: essere iscritto nel Libro della Vita!” (Tratto da S. Filippo Neri, aneddotico, Ed. Il Villaggio del Fanciullo, 1939)

Questo fioretto, come anche certe espressioni usate da Gesù nel Vangelo, descrive un atteggiamento che può sembrare duro. Lo è, in realtà, ma è chiaro che l’apparente violenza della reazione del giovane Filippo non fosse rivolta contro il padre, che certamente amava e rispettava, quanto nei confronti della vanità che minacciava quell’esclusività del suo rapporto con Dio tipica dei santi innamorati.

Oggi siamo tutti tolleranti, con gli altri, con noi stessi. In nome della libertà e della tolleranza, abbiamo perso gli anticorpi contro ciò che ci fa male, come la vanità, che ci fa perdere di vista l’essenziale facendoci perdere dietro a belle cose che passano.

Che bello poter leggere questi fioretti e recuperare quei fermenti, quegli anticorpi cristiani, tanto utili per farci scoprire la vera libertà, che è quella di amare, liberi da noi stessi e dal nostro peccato, Gesù, il Risorto che è passato perla Croce.

2 Risposte to “IL NOME SCRITTO IN CIELO – Fioretti di San Filippo Neri”

  1. ivanojm said

    Complimenti! andare alla ricerca e pubblicare storie e fioretti dei Santi per l’edificazione del prossimo è una grande opera di misericordia.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: