FERMENTI CATTOLICI VIVI

"Andate controcorrente. Di quanti messaggi, soprattutto attraverso i mass media, voi siete destinatari! Siate vigilanti! Siate critici!" Benedetto XVI

  • Follow FERMENTI CATTOLICI VIVI on WordPress.com
  • Fermenti Cattolici Vivi


    Come i fermenti lattici vivi sono piccoli ma operosi e dinamici e pur essendo invisibili sono indispensabili alla vita, spero che questi "fermenti cattolici vivi" contribuiscano a risvegliare la gioia di essere cristiani.

    Segui il blog su canale Telegram https://t.me/fermenticattolicivivi

  • Fermenti recenti

  • Fermenti divisi per mese

  • Fermenti divisi in categorie

  • Disclaimer

    Questo Blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62/2001. Immagini e foto possono essere scaricate da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d'autore potrà contattare il curatore del Blog, che provvederà personalmente all'immediata rimozione del materiale oggetto di controversia.

    ______________

    SE PRELIEVI MATERIALE DAL BLOG, PER FAVORE CITA LA FONTE E IL LINK. CONFIDO NELLA TUA CORRETTEZZA!
    ______________

    IL BLOG E' CONSACRATO AL
    CUORE IMMACOLATO
    DI MARIA

  • Fermenti Cattolici Vivi è stato visitato

    • 1.085.854 volte

Sara Tommasi a Medjugorje… una svolta e… un invito a pregare, senza giudicare

Posted by fermenticattolicivivi@gmail.com su 18/11/2012

Quando Sara Tommasi dice qualcosa immediatamente i tabloid la riportano nei loro titoloni urlati, ne parlano i telegiornali, i mass-media, Twitter e Facebook fanno a gara a chi diffonde per primo l’ultima uscita-bomba della soubrette più stravagante d’Italia.

Io dietro ai suoi tentativi di scandalizzare, di stupire a tutti i costi, ho sempre visto una ragazza sofferente che gridava aiuto. Qualcuno ha ascoltato queste grida senza giudicare e dopo una profonda esperienza di Dio fatta a Medjugorje, Sara confida a don Mazzi in un’intervista televisiva:

“Ero sempre chiusa in casa, non mangiavo e non bevevo, mi vestivo male. Avevo perso la voglia di vivere. Non me ne accorgevo. E la notte ero sempre insonne”.

“Delle persone hanno approfittato di me, sono stato poco serena ed ho trascorso un periodo in clinica” ha raccontato la soubrette che negli ultimi mesi sta cercando di uscire da un tunnel negativo che l’ha portata toccare più volte il fondo. Ricordando gli anni precedenti alla sua carriera nel mondo dello spettacolo, la Tommasi ha raccontato una vita normale… “andavo volentieri in università e sono finita per caso nel mondo dello spettacolo”.

La Tommasi ha poi rivelato di aver trovato finalmente conforto nella fede: “Ho iniziato a pregare, poi ho incontrato don Michele Barone, e siamo andati a Medjugorje. Ho iniziato un percorso di fede e mi ha molto aiutato. Nel santuario bosniaco, racconta la Tommasi di aver trovato tanta serenità e pace, finalmente. Mia nonna me me aveva parlato, ed ho voluto andare anch’io” ha concluso l’ex naufraga accettando l’invito di don Mazzi a farsi aiutare e a guardare avanti per il suo futuro.

Ne ha imbroccate tante di strade, Sara, per cercare la felicità, strade sbagliate, strade pericolose, strade insidiose, e ne è uscita ammaccata, ferita, ammalata. Ora ne ha intrapresa una che, se persevererà, la potrà portare a scoprire quanto sia bella la vita e quanta gioia e pace doni quando viene vissuta secondo la volontà di Dio e soprattutto con l’esperienza del suo amore, l’unico che non delude mai.

Ne ha lanciate tante di provocazioni Sara, tutte battute dalle agenzie di stampa, tutte pubblicate e stra-pubblicate persino da testate serie, ma adesso chi parla della conversione della Tommasi? Non fa notizia come quando diceva di essere stata rapita dagli alieni…

La conversione sarà la solita bufala Tommasi-style? Sarà perseverante? Questo dipenderà molto dalla sua volontà, ma anche da quanto noi pregheremo per lei. Visto che, come dice Gesù a chi vuol lapidare la donna adultera, “Chi è senza peccato scagli la prima pietra”, perché non buttiamo via le nostre pietre e ci prendiamo l’impegno di pregare per lei?

Io faccio il tifo per te Sara. Continua così e non mollare, ne varrà sempre la pena!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: