FERMENTI CATTOLICI VIVI

"Andate controcorrente. Di quanti messaggi, soprattutto attraverso i mass media, voi siete destinatari! Siate vigilanti! Siate critici!" Benedetto XVI

Un ‘insolito’ pellegrino di pace verso Gerusalemme… con tappa a Medjugorje

Posted by fermenticattolicivivi@gmail.com su 25/01/2013

Elijah Maria Thomas Joachim Uhlig, un insolito pellegrino proveniente dalla Germania, durante il suo personale pellegrinaggio chiamato “Pellegrinaggio dal muro di Berlino ai muri di Terra Santa e di Gerusalemme”, è stato anche a Medjugorje, dove ha atteso il nuovo anno in preghiera.

ThomasElijah Uhlig è partito nel 2009 da Potsdam (Germania) in pellegrinaggio verso Gerusalemme, dove prevede di giungere in occasione della Pasqua. Si è messo in cammino stimolato dall’esperienza della morte di un grande numero di persone ad Auschwitz, per chiedere perdono e riconciliazione.

Poiché viveva nei pressi del muro di Berlino, a quattordici anni, egli ha vissuto la rivoluzione pacifica degli anni 1989 – 1990 e la distruzione del muro di Berlino. Gli sono rimaste immagini impressionanti di persone che protestavano con in mano delle candele. A quanto testimonia, quelle immagini di candele accese hanno risvegliato in lui l’anelito alla pace e alla giustizia nel mondo, nonché a tutto ciò che esiste di buono nel cuore dell’uomo.

Nel corso di questo pluriennale pellegrinaggio, egli, portando con sé una candela benedetta, ha percorso i luoghi delle più grandi stragi dell’umanità, come i ventiquattro lager della morte in Europa, includendo anche le città ed i luoghi del territorio dell’ex Jugoslavia che hanno vissuto grandi distruzioni. Ha anche visitato numerosi santuari europei, in cui le persone pregano Dio.

Dopo il primo anno di pellegrinaggio, è stato battezzato presso dei cappuccini residenti in Germania ed ha continuato a viaggiare verso Gerusalemme, pregando per la pace in se stesso e nel mondo intero.

Sta viaggiando per la maggior parte a piedi, pernotta presso le persone buone che incontra e che gli offrono un tetto sulla testa ed un pasto. Egli sta raccogliendo così delle esperienze con le persone e con le regioni da cui transita, appoggiandosi a Dio, come al “migliore organizzatore” del suo pellegrinaggio.

[Fonte: www.medjugorje.hr]

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: