FERMENTI CATTOLICI VIVI

"Andate controcorrente. Di quanti messaggi, soprattutto attraverso i mass media, voi siete destinatari! Siate vigilanti! Siate critici!" Benedetto XVI

Dall’ateismo a un’intensa vita mistica. La Serva di Dio Itala Mela

Posted by fermenticattolicivivi@gmail.com su 16/07/2013

Itala01Itala nasce a La Spezia il 28 Agosto 1904 da due insegnanti. Tra il 1905 e il 1915 trascorre l’infanzia e l’adolescenza dai nonni materni a causa del lavoro scolastico dei genitori. Il 27 Febbraio 1920 muore Enrico, il fratellino di soli nove anni. Anche in considerazione di questo fatto, ritenendo che dopo la morte non ci sia nulla, si professa atea.

Nel 1922 si iscrive alla facoltà di Lettere. Dopo un’adolescenza tenacemente atea, durante gli anni dell’università si converte radicalmente, grazie all’aiuto di due sacerdoti genovesi e grazie anche alla FUCI (Federazione Universitari Cattolici Italiani), alla quale nel frattempo si è iscritta.

L’8 Dicembre dello stesso anno, infatti, a seguito di una violenta scossa interiore, dopo essersi confessata e comunicata, inizia per lei una nuova vita basata sul motto: “Signore, se ci sei, fatti conoscere”.

Grazie alla FUCI ha modo di avere una serie di incontri con personalità eminenti alle quali resterà legata da profonda amicizia: il giovane Giovanni Battista Montini, il futuro Papa Paolo VI, il Cardinale Schuster, padre Agostino Gemelli, don Divo Barsotti. Dopo la laurea ottiene una cattedra e inizia la sua vita professionale come insegnante. Il 3 Agosto 1928, nella città di Pontremoli, vive le prime esperienze mistiche.

Itala02Nel Marzo del 1929 è colpita da una febbre altissima. Sempre in quell’anno, il giorno della Santissima Trinità, riceve dal Belgio una lettera con la quale viene invitata a immergersi nella Trinità e a cambiare nome: Maria della Trinità.

Non è suora, vive nel mondo, eppure sente il bisogno di emettere i tre voti di povertà, castità e obbedienza, ai quali aggiunge altri due voti: fare sempre l’azione più perfetta; soprattutto vivere e diffondere la verità dell’inabitazione della Trinità nella nostra anima. Il suo pensiero e il suo affetto, di giorno e di notte, nel lavoro, nel riposo e nelle lunghe ore di preghiera è sempre rivolto a Dio Padre, Figlio e Spirito Santo, che abita nella cella del suo cuore.

Nel 1933 conclude il noviziato benedettino con la professione come Oblata del Monastero in San Paolo fuori le Mura, a Roma. A partire dall’11 Giugno 1933, con la professione del suo quinto voto, l’inabitazione diventa il centro della sua vita e della sua missione nella Chiesa.

Itala03Nel 1936 è rapita da frequenti visioni celesti della Trinità. Il 21 Aprile 1941 presenta al Santo Padre Pio XII il Memoriale di Maria della Trinità e questi lo approva. Itala Mela muore il 29 Aprile 1957 e il 21 Novembre 1976 è stata dichiarata Serva di Dio. È tuttora in corso il processo di beatificazione.

L’inabitazione della Trinità è il nodo centrale del suo pensiero:

Itala04Vivere l’inabitazione è vivere il proprio Battesimo. Sarebbe un grave errore credere che il richiamare le anime a nutrire di questo mistero adorabile la loro vita, sia il richiamarle a una “devozione” speciale: è piuttosto un invitarle a vivere della grazia che il Battesimo ha loro donato, a penetrare la realtà divina promessaci da Gesù.

Altri pensieri di Itala Mela:

Dio è in me: Dio! La vita nella mia anima non deve divergere da Lui ma convergere a Lui. Tendere all’unità, il pensiero che si plasma nel pensiero di Dio, il cuore che si infiamma per lo stesso amore di Dio, la volontà che si unifica con la Sua…

[Fonte: “A partire dai testimoni”, di Patrizio Righero, EDB, pag. 55-56]

Una Risposta to “Dall’ateismo a un’intensa vita mistica. La Serva di Dio Itala Mela”

  1. […] e anti intellettuali, cristiani che cercavano solo un modo per non occuparsi delle grandi domande. I cristiani con cui avevo a che fare io, invece, erano fieri intellettuali e profondamente curiosi. Non sembravano proprio quel tipo di persone “bloccate nei propri […]

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: