FERMENTI CATTOLICI VIVI

"Andate controcorrente. Di quanti messaggi, soprattutto attraverso i mass media, voi siete destinatari! Siate vigilanti! Siate critici!" Benedetto XVI

  • Follow FERMENTI CATTOLICI VIVI on WordPress.com
  • Fermenti Cattolici Vivi


    Come i fermenti lattici vivi sono piccoli ma operosi e dinamici e pur essendo invisibili sono indispensabili alla vita, spero che questi "fermenti cattolici vivi" contribuiscano a risvegliare la gioia di essere cristiani.

    Segui il blog su canale Telegram https://t.me/fermenticattolicivivi

  • Fermenti recenti

  • Fermenti divisi per mese

  • Fermenti divisi in categorie

  • Disclaimer

    Questo Blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62/2001. Immagini e foto possono essere scaricate da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d'autore potrà contattare il curatore del Blog, che provvederà personalmente all'immediata rimozione del materiale oggetto di controversia.

    ______________

    SE PRELIEVI MATERIALE DAL BLOG, PER FAVORE CITA LA FONTE E IL LINK. CONFIDO NELLA TUA CORRETTEZZA!
    ______________

    IL BLOG E' CONSACRATO AL
    CUORE IMMACOLATO
    DI MARIA

  • Fermenti Cattolici Vivi è stato visitato

    • 1.085.577 volte

L’uomo di oggi desidera Dio, io credo, come mai prima. (Padre Slavko Barbarić)

Posted by fermenticattolicivivi@gmail.com su 23/11/2013

Slavko02

Padre Slavko Barbarić

Oggi ricorrono tredici anni dalla morte di Padre Slavko Barbarić, francescano, mai parroco di Medjugorje che però aveva l’incarico, da parte del suo Padre Provinciale, di seguire veggenti e pellegrini, di essere un po’ il “Parroco” di quella “Parrocchia” spirituale che fa capo a Medjugorje e che si è dilatata fino a toccare tutti i cinque continenti, che è appunto la “Parrocchia dei pellegrini” di Medjugorje.

P. Slavko, quindi, era un po’ “l’anima” di tutte le iniziative di accoglienza dei pellegrini e di tutte le iniziative spirituali che la Parrocchia organizzava per i pellegrini

SlavkoPadre Slavko, laureato in teologia, dottore in pedagogia religiosa psicoterapeuta, poliglotta, nonostante il suo curriculum restava un uomo semplice, aperto alla grazia e sempre disponibile coi pellegrini. Ricordo come fosse ieri quando, nel 1996 mia moglie (allora mia fidanzata) non riusciva a confessarsi prima della messa a causa delle lunghe file fermato padre Slavko sul sagrato lo ha trovato disponibile a fare una lunga e dettagliata confessione, come se fosse l’unica pellegrina presente in quel momento a Medjugorje.

La morte di P. Slavko è stata degna della sua vita, una morte che è stata un segno di Maria. Infatti P. Slavko è morto di Venerdì, alla vigilia del 25 del mese, dopo aver guidato la Via Crucis sul Krizevac per i pellegrini. Proprio là, davanti alla grande Croce, dopo aver dato la Benedizione e aver raccomandato di fare attenzione a non cadere scendendo poiché pioveva, si è accasciato a terra, probabilmente per un infarto. Questa morte è stata improvvisa e inaspettata.

Padre Slavko – Noi cristiani siamo diventati specialisti per trovare le scuse in molte cose, così invece di vivere coi comandamenti noi viviamo con le scuse, non posso questo, non posso quello, e una delle menzogne grandi cristiane è che non c’è tempo. Se vogliamo diventare cristiani sinceri, non dovremmo dire mai non ho tempo sarebbe meglio dire non voglio pregare o non vedo perché pregare e così non trovo il tempo.

Intervistatore – Oppure si potrebbe dire non sono cristiano a questo punto

Padre Slavko – Ecco, così lontano non andremo probabilmente ma… per ultimo è così. Io dico, uno che fuma, se dice che non ha tempo per fumare, non è più fumatore, allora, un cristiano che non prega non è più quello che dovrebbe essere.

Intervistatore – Senta padre Slavko, le guarigioni, i miracoli in genere, i prodigi, sono le migliori medicine per far credere oppure la migliore medicina – e ci riallacciamo al discorso di prima – è sempre la preghiera?

Padre Slavko – Allora, bisogna accennare bene e sottolineare che Lourdes, Fatima e Medjugorje o gli altri luoghi della preghiera, i santuari, non sono mai donati dal Signore per sostituire l’ospedale. Non sono i luoghi della guarigione, sono i luoghi della conversione.

L’uomo di oggi desidera Dio, io credo, come mai prima. Perché è sempre più deluso dalla tecnica, dalla medicina, da tutto quello che sta succedendo, ma è un problema grande il fatto che cercando Dio molti si fermano nel mezzo della strada e adorano forse qualche altra cosa pensando che porterà la salvezza.

Secondo la mia esperienza qui, l’uomo di oggi si sta risvegliando e si sta aprendo al Signore.

Una Risposta to “L’uomo di oggi desidera Dio, io credo, come mai prima. (Padre Slavko Barbarić)”

  1. […] Padre Slavko Barbaric – di cui oggi ricorre l’anniversario della morte –  raccontato dalla nipote Miljana nei suoi ricordi e con un dolcissimo aneddoto accaduto quando era poco più di una bambina. Era stato mandato dal Vaticano per venire qua per vedere cosa succedeva con questi bambini che dicevano di vedere la Madonna perché era di questa zona e perché oltre che teologo era psicologo e doveva parlare coi bambini come psicologo. […]

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: