FERMENTI CATTOLICI VIVI

"Andate controcorrente. Di quanti messaggi, soprattutto attraverso i mass media, voi siete destinatari! Siate vigilanti! Siate critici!" Benedetto XVI

5 – Medjugorie. La parola alla scienza. Percezione oggettiva o soggettiva?

Posted by fermenticattolicivivi@gmail.com su 10/02/2014

05_Medjugorje_Studi_elettrocardiogramma_Marja_06_10_1984(* pag 60) Il fatto (…) che le persone presenti non vedano l’apparizione vista dai soli veggenti,non dimostra che si tratti di una percezione senza oggetto. Esso dimostra soltanto che il modo di percezione non è quello degli oggetti materiali ordinari.

Un oggetto di un altro ordine può essere percepito in un altro modo secondo altre modalità. Sappiamo che certi animali (per esempio i pipistrelli) percepiscono radiazioni che a noi sfuggono. Ci possono essere altri modi di percezione che a noi sfuggono. Ci possono essere modi di percezione più radicalmente diversi.

05_Medjugorje_Studi_elettroencefalogramma_06_101984Come i veggenti vedono colei che riconoscono come la Vergine? Mediante quale processo? Ciò rimane difficile da precisare ma non bisogna semplificare il mistero spiegando verbalmente questa percezione con la soggettività (…).

Data la concordanza di tutti i test che abbiamo sintetizzati nelle pagine precedenti, noi siamo giunti all’ipotesi seguente: c’è comunicazione reale, volontaria, da una parte e dall’altra, da persona a persona, che non avviene tramite i canali sensoriali ordinari (sospesi, interrotti, a riposo) bensì in maniera più immediata. (…)

Gli sguardi [dei veggenti] convergono verso un medesimo punto ben situato. Non siamo riusciti a metterlo in evidenza geometricamente, ma un film preso di faccia sottolinea il fenomeno. Per chiunque vede l’estasi, o una sua foto, è evidente che i veggenti guardano intensamente una medesima persona.

A tutti i livelli (visivo, uditivo e tattile), essi si riferiscono a questo medesimo oggetto, in maniera così convergente e coerente che non è possibile spiegare il fenomeno con un’armonia prestabilita delle soggettività.

Al livello motorio non si riesce a capire quale armonia prestabilita potrebbe determinare dall’interno, una simile coerenza delle reazioni, con tante precise simultaneità.

05_Medjugorje_Studi_elettrocardiogramma_Marja_06_10_1984_02Simultaneità dell’inginocchiamento senza alcun segnale, né segno di avvertimento.
Simultaneità nella sparizione della voce, durante l’estasi, per continuare una frase (locuzione senza fonazione).
Simultaneità della sua riapparizione, durante l’estasi, per continuare una frase le cui prime due parole sono state date dall’invisibile apparizione: Padre Nostro.
Simultaneità dell’innalzamento degli sguardi e delle teste, quando la Vergine sparisce salendo in alto.
Simultaneità al secondo della cessazione dei movimento oculari all’inizio dell’estasi e della loro riapparizione alla fine dell’estasi, nei due veggenti studiati sincronicamente il 29 dicembre 1984 (test oculografico).

Medjugorje_Studi_libro

(…)

Tutti i medici che hanno osservato, studiato l’estasi, i Dottori Stopar, Madre, Botta, Joyeux, Philippot, Rouquerol, Hoarau, ecc, esprimono in termini diversi ma convergenti una medesima impressione coerente: essi si imbattono in un limite e, come dice più esplicitamente il Dott. Stopar, la migliore spiegazione è la trascendenza di un oggetto non percepibile attraverso strumenti scientifici e materiali normali, la cui esistenza però, (transnormale o paranormale come la si voglia chiamare) si impone.

[Dove segnato con * si cita testualmente il libro: “Studi medici e scientifici sulle apparizioni di Medjugorje”, Henry Joyeux, René Laurentin, Queriniana, 1985]

5 Risposte to “5 – Medjugorie. La parola alla scienza. Percezione oggettiva o soggettiva?”

  1. Scusate ma qui ci sono delle precisazioni da fare: sia Laurentin che Joyeux erano dei convinti “marianisti” già prima di cominciare i test, la durata delle apparizioni durante questi episodi è stata insolitamente breve, così breve che i dati ottenuti non sono di fatto leggibili, e per tre persone allenate che si conoscono da anni è davvero facile sincronizzarsi e guardare lo stesso punto. In una relazione i medici fanno un confronto tra veggenti e medium; confronto che da un punto di vista scientifico è assolutamente insensato. I test medici effettuati non sono volti a scoprire SE i veggenti dicano la verità, ma solo a confermare ciò che questi affermano. Per favore, siate completi nel riferire le notizie, dire solo una parte delle cose è il modo migliore per imbrogliare.

    • Caro “serpente”, libero di non credere alle apparizioni di Medjugorje e di criticare ciò che posto ma permettimi di dire solo un paio di cose.

      L’abate Renée Laurentin non è un marianista, semmai un mariologo, uno dei massimi esperti mondiali in materia, che non ha esitato a stroncare presunte apparizioni laddove riportavano elementi contraddittori.

      Il Professor Joyeux (chirurgo, docente di oncologia, poi chirurgia digestiva, all’università di Montpellier, Cavaliere di Legion d’Onore di Francia ecc…) non è un marianista, quelli caro serpente, sono membri della Società di Maria (in latino Societas Mariae) che è un istituto religioso maschile di diritto pontificio.

      Dopo gli studi il Prof. Joyeux, laico no particolarmente credente, ma certamente più rispettoso di certi “serpenti dell’Eden”, è diventato uno dei più grandi sostenitori di Medjugorje. E dov’è il problema?

      Comunque… Chiunque è libero di non essere d’accordo sul fenomeno che avviene lì nei Balcani, o con l’approccio scientifico di cui parlo nel post, ma è chiarissimo che lì ho riportato una parte di una pubblicazione (chiaramente citata alla fine di ogni post), alla cui lettura completa rimando, quindi dove sarebbe l’imbroglio? Nell’aver citato un libro?

      Non credi a Medjugorje? Libero. Non ti piace l’approccio del Prof. Joyeux e delle varie equipe mediche che hanno studiato e strastudiato i veggenti? Libero.

      Ma imbroglione da un “serpente dell’Eden”… è proprio grossa eh? ;o) Dai…

      • La parola “marianista” era stata messa tra virgolette proprio perché imprecisa, volendo indicare che i due personaggi che hanno effettuato i test erano già convinti della veridicità delle apparizioni prima delle visite in questione, ma direi che le nostre fonti sono decisamente diverse. Il commento era volto a precisare che a prescindere dagli esperimenti Medjugorie è un fatto di fede non comprovato da nessun test, perché quelli fatti da Joyeux sono inaffidabili nel modo più assoluto. Riguardo al nome non posso evitare di mettere questo link.

        http://ilserpentedelleden.wordpress.com/presentazioni/

      • Infatti non ho mai detto che si tratta di una prova, ma di test scientifici che escludono imbroglio e malafede. Su cosa poi realmente avvenga, è chiaro che si parla di fede. Se però ci si prende la briga di andare sul posto (come ho fatto io da tutt’altro che credente al fenomeno e tutt’altro che mariano), l’esperienza e i segni sono indizi che non possono essere ignorati, neanche e, soprattutto da chi è e e resta piuttosto razionale come il sottoscritto.
        L’abate René Laurentin forse era convinto della bontà del fenomano, ma non mi risulta che il Professore e gli altri professori che lo hanno affiancato (rimando al libro che cito) fossero particolarmente credenti o favorevoli al fenomeno
        Buona serata!
        https://fermenticattolicivivi.wordpress.com/chi-sono/

  2. […] 5 – Medjugorie. La parola alla scienza. Percezione oggettiva o soggettiva? https://fermenticattolicivivi.wordpress.com/2014/02/10/5-medjugorie-la-parola-alla-scienza-percezion… […]

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: