FERMENTI CATTOLICI VIVI

"Andate controcorrente. Di quanti messaggi, soprattutto attraverso i mass media, voi siete destinatari! Siate vigilanti! Siate critici!" Benedetto XVI

Novena allo Spirito Santo – Quinto Giorno – L’amore è riposo che ricrea

Posted by fermenticattolicivivi@gmail.com su 19/05/2015

Holy_Spirit_05L’amore è riposo che ricrea

Chiamasi in oltre l’amore nella fatica, riposo; nel pianto, conforto. L’amore è riposo che ri­crea; poiché l’ufficio principale dell’amore è di unire la volontà dell’amante con quella dell’ama­to. Ad un’anima che ama Dio, in ogni affronto che riceve, in ogni dolore che patisce, in ogni perdita che le capita, basta a rasserenarla il sa­pere che è volontà dell’amato che ella patisca quel travaglio. Con dir solamente: Così vuole il mio Dio, in tutte le tribolazioni trova pace e con­tento. Questa è quella pace che supera tutti i pia­ceri del senso. S. Maria Maddalena de Pazzi in dir solamente Volontà di Dio, si sentiva riempi­re di gaudio.

In questa vita ognuno ha da portar la sua cro­ce; ma dice S. Teresa che la croce è dura a chi la strascina, non già a chi l’abbraccia. Così ben

sa il Signore ferire e sanare, come disse Giobbe (cfr. Gb 5,18). Lo Spirito Santo, con la sua dol­ce unzione, rende dolci ed amabili anche le igno­minie ed i tormenti. Sì, o Padre, perché così è piaciuto a te (Mt 11,26). Così dobbiamo dire in tutte le cose avverse che ci accadono: Così sia fatto, Signore, perché così è piaciuto a voi. E quando ci atterisce qualche timore di mal tem­porale che può avvenirci, diciamo sempre: Fate voi, mio Dio; quanto farete, tutto da ora l’accet­to. E quindi giova come facea S. Teresa, offrirsi spesso durante il giorno a Dio.

Affetti e preghiere

Mio Dio, quante volte per far la mia volontà mi sono opposto alla volontà tua disprezzando­la! Mi dolgo di questo male più d’ogni altro ma­le. Signore, io da oggi innanzi voglio amarti con tutto il mio cuore: Parla, o Signore, perché il tuo servo ti ascolta (1 Sam 3,10). Ditemi quel che volete da me, che io tutto voglio farlo. La vostra volontà sarà sempre l’unico mio deside­rio, l’unico amore.

Aiuta tu, o Spirito Santo, la mia debolezza. Tu sei la stessa bontà, come io posso amare altra cosa che te? Deh, tira a te tutti gli affetti miei con la dolcezza del tuo santo amore. Io lascio tutto per darmi tutto a te. Accettami e soccor­rimi.

O Madre mia Maria, in te confido.

(*) I testi della Novena sono stati scritti da Sant’Alfonso Maria de’ Liguori nel 1766

Adesso apriamoci all’azione dello Spirito Santo pregandolo con questo canto, credendo e attendendo la sua manifestazione reale nella nostra vita, qui ed ora…

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: