FERMENTI CATTOLICI VIVI

"Andate controcorrente. Di quanti messaggi, soprattutto attraverso i mass media, voi siete destinatari! Siate vigilanti! Siate critici!" Benedetto XVI

  • Follow FERMENTI CATTOLICI VIVI on WordPress.com
  • Fermenti Cattolici Vivi


    Come i fermenti lattici vivi sono piccoli ma operosi e dinamici e pur essendo invisibili sono indispensabili alla vita, spero che questi "fermenti cattolici vivi" contribuiscano a risvegliare la gioia di essere cristiani.

    Segui il blog su canale Telegram https://t.me/fermenticattolicivivi

  • Fermenti recenti

  • Fermenti divisi per mese

  • Fermenti divisi in categorie

  • Disclaimer

    Questo Blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62/2001. Immagini e foto possono essere scaricate da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d'autore potrà contattare il curatore del Blog, che provvederà personalmente all'immediata rimozione del materiale oggetto di controversia.

    ______________

    SE PRELIEVI MATERIALE DAL BLOG, PER FAVORE CITA LA FONTE E IL LINK. CONFIDO NELLA TUA CORRETTEZZA!
    ______________

    IL BLOG E' CONSACRATO AL
    CUORE IMMACOLATO
    DI MARIA

  • Fermenti Cattolici Vivi è stato visitato

    • 1.125.666 volte

Posts Tagged ‘attacchi alla famiglia’

Un fatto non solo umano

Posted by fermenticattolicivivi@gmail.com su 15/07/2019

Ogni mattina condivido con gioia il pensierino quotidiano di Mons. Pierino Galeone, fondatore dell’istituto secolare del Servi della Sofferenza.

Il pensierino di oggi era troppo lungo per stare in un unico tweet; ho pensato allora di condividerlo qui nel blog perché vale la pena rifletterci su.

«Lo sbaglio più grave del mondo contemporaneo è ritenere il matrimonio solo un fatto umano, non ricordando che proprio Dio ha fatto l’uomo e la donna con il comando di procreare, di crescere e moltiplicarsi; inoltre ha dato il soffio di vita eterna al bimbo che nasce e infine ha elevato il matrimonio a sacramento, segno efficace di grazia soprannaturale.»

Posted in Famiglia | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

“Voi che siete per la famiglia, ci si prenderà beffe di voi…”

Posted by fermenticattolicivivi@gmail.com su 12/05/2016

Voi che siete per la famiglia, ci si prenderà beffe di voi…

dr-lejeune-and-patient1Si dirà che siete fuori moda…

Si dirà che impedite il progresso della scienza…

Si leverà contro di voi la bandiera della tirannia tecnico-scientifica…

Si dirà che cercate di imbavagliare la scienza in forza di una morale sorpassata…

Ebbene, ciò che voglio dirvi è:

NON ABBIATE PAURA!

Siete voi che trasmettete le parole della vita.

Ebbene, ci resta la sapienza, e la sapienza eterna, quella che gli uomini non hanno inventato, e questa sapienza di esprime una una frase che spiega tutto, che risponde a tutto, e questa sapienza si riassume in una frase che vi dirà in ogni momento quello che dovrete fare o non fare. Questa frase è semplicissima, è la Madre di tutti che ce l’ha insegnata:

CIO’ CHE AVRETE FATTO AL PIU’ PICCOLO DEI MIEI FRATELLI, L’AVRETE FATTO A ME!

Di chi sono queste parole?

Di un profeta? Di un leader pro-life? Di un prete?

Di Jérôme Jean Louis Marie Lejeune (Montrouge, 13 giugno 1926 – Parigi, 3 aprile 1994) genetista, pediatra e attivista francese, scopritore della causa della sindrome di Down, pluripremiato in ambito scientifico (riceverà onorificenze per i suoi studi sulle patologie cromosomiche, fra le quali: il premio Kennedy nel 1962, il premio William Allan nel 1969 ed il premio Griffuel nel 1993).

Per me, è un profeta dei nostri tempi che parla dritto dritto al cuore…

Ma ancor prima, nel 1905, G. K. Chesterton faceva questa profezia… non vi sembra che parli proprio dei giorni nostri?

Chesterton“La grande marcia della distruzione intellettuale proseguirà. Tutto sarà negato. Tutto diverrà un credo. E’ una posizione ragionevole negare le pietre della strada; diventerà un dogma religioso riaffermarle… Fuochi verranno attizzati per testimoniare che due più tre fa quattro. Spade saranno sguainate per dimostrare che le foglie sono verdi in estate” (G. K. Chesterton, Eretici)

Come non condividere anche quest’altro suo pensiero?

“Ciò di cui soffriamo oggigiorno è di una umiltà fuori posto. La modestia si è spostata dall’organo dell’ambizione a quello della convinzione, dove non è stata mai concepita di essere. Un uomo ha diritto di dubitare di se stesso, non della verità; questa proposizione è stata esattamente rovesciata. Oggigiorno ognuno crede esattamente in quella parte dell’uomo in cui dovrebbe non credere: se stesso, e dubita esattamente in quella parte in cui non dovrebbe dubitare: la ragione divina.”

(Gilbert Keith Chesterton)

Posted in Attualità, Famiglia, Laicismo e Relativismo, Pro-life | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | 5 Comments »

“E se ti facessi la proposta indecente di… un Rosario insieme?”

Posted by fermenticattolicivivi@gmail.com su 04/10/2015

Family_01Poco più di un anno fa mi sono ritrovato a fare una riflessione insieme a mia moglie, ovvero che la maggior parte dei nostri amici, molti dei quali non si conoscevano neanche tra di loro, sono persone di fede, legate, in un modo o nell’altro, alla Vergine Maria.

Da alcuni abbiamo ricevuto la testimonianza e l’annuncio di una fede mariana vissuta, altri hanno fatto esperienza di Maria che porta a Gesù per altre vie, qualcuno ha riscoperto la fede a Medjugorje, ma in un modo o nell’altro tutti i nostri amici erano e sono anche amici di Maria.

Ed è così che un giorno mi è venuta in mente la cosa più ovvia, che forse era talmente ovvia che in tanti anni nessuno di noi ci aveva mai pensato, e così ho inviato un messaggio whatsapp a tutti questi amici, che recitava pressappoco così:

Family_02“Ciao, siamo amici da anni, da anni condividiamo gioie e dolori della vita, gradevoli serate, magari una vacanza insieme. Sia noi che voi abbiamo sperimentato l’amicizia speciale con la Vergine, ma non abbiamo mai pregato un Rosario insieme. E se ti facessi la proposta indecente di un Rosario seguito da una bella cena tutti insieme?

Non abbiamo fatto altro che anteporre, a una delle nostre solite cene piene di risate e allegria, un Santo Rosario secondo le intenzioni della Santa Vergine.

La volta successiva abbiamo esteso l’invito a due colleghi anch’essi di spiritualità mariana e un’amica blogger cattolica, che si sono uniti a questa compagnia di amici a cui piace pregare e mangiar bene.

wpid-img_20140825_224923.jpgIn maniera spontanea, serena ma sorprendentemente entusiasmante, sperimentavamo la gioia di essere amici ma anche figli della stessa Madre. Si pregava e durante la cena ognuno condivideva la propria esperienza edificando tutti.

Dei nostri amici portavano anche i bambini, come sempre, e questi, interrompendo i loro giochi, con la stessa spontaneità con cui avevamo organizzato la serata, al quinto mistero si univano a noi, sedendosi per terra, pregando con un amore e una devozione che ogni volta ci insegnano quale sia il migliore atteggiamento nei confronti di Dio.

Ora stiamo continuando, con la benedizione del mio padre spirituale, probabilmente diventerà un incontro mensile, ma improntato a quella spontaneità che abbiamo sempre avuto e che tanto mi ricorda le riunioni dei primi cristiani.

Un Rosario, una cena in sana allegria, condivisione, una montagna di risate e… dove la Vergine Santa ci vorrà portare…

Avete anche voi amici con cui condividete la fede ma con i quali non vi siete mai ritrovati a pregare insieme?

Provate anche voi, basta poco, una casa, dei rosari, una bella cena… il resto lo farà il Signore, per le mani di Maria.

…E se poi ti va di condividere la tua esperienza col blog scrivimi pure a fermenticattolicivivi@gmail.com

Posted in Famiglia, Maria, Preghiera, Spiritualità, Testimonianze | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 3 Comments »

“Se Dio è con noi siamo la maggioranza!” (*)

Posted by fermenticattolicivivi@gmail.com su 10/08/2015

Capite perché allora noi difendiamo la famiglia?

Capite perché la Chiesa difende la famiglia?

Capite perché è importante la famiglia?

La famiglia l’ha inventata Dio, non l’abbiamo inventata noi.

E chi può capire più di Dio? Chi può mettersi al posto di Dio?

Vi racconto una confidenza che ho ricevuto dal Cardinale Francis George, Arcivescovo di Chicago: “Penso di morire nel mio letto ma il mio successore ho paura che morirà in prigione, e il successore ancora ho paura che morirà fucilato”. Io chiesi: “Eminenza, e perché?” – “Sa perché? Perché noi difendiamo la famiglia. Perché diciamo che la famiglia è fatta da un uomo e da una donna e la vita deve nascere da un padre e da una madre, saremo perseguitati per questo.

Ma non dobbiamo aver paura, il Signore è con noi.

E don Bosco (*) un giorno disse: “Se Dio è con noi siamo la maggioranza!”

[Cardinale Angelo Comastri alla Convocazione del Rinnovamento nello Spirito domenica 5 luglio 2015]

Posted in Attualità, Don Bosco, Laicismo e Relativismo, Provocazioni | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

“Se il mondo sa costruire solo legami brevi, noi vogliamo una famiglia lunga!”

Posted by fermenticattolicivivi@gmail.com su 17/06/2015

“L’essere genitori si fonda sulla diversità di essere maschio e femmina. Le famiglie devono agire contro chi distrugge una società, un Paese, una famiglia” (Papa Francesco)

 

difendiamoinostrifigli

“I nostri figli hanno il diritto di essere sostenuti da una famiglia fondata seriamente sul matrimonio.

Nella società si fa sempre più pericolosa la tentazione di vivere e crescere da soli, in una vita impostata solitaria, come se gli altri fossero avversari o nemici.

E tutto diventa breve, rapidamente consumabile e fluido.

Se il mondo sa costruire solo legami brevi, noi vogliamo una famiglia lunga!

Se la società si fa liquida noi proponiamo una famiglia forte, salda, fondata sulla roccia del Vangelo e della Chiesa.

Nell’uomo e nella donna, creati a immagine del Dio Trinitario, è posto in fondo al cuore il desiderio di comunione e di famiglia.

Se chiediamo a chi è giovane di individuare il valore più importante nella vita, indicherà, ancora oggi, la famiglia.

E’ urgente e necessario che anche i governi dei nostri Paesi si impegnino con fantasia e responsabilità a creare opportunità e occasioni perché le giovani generazioni siano aiutate e incoraggiate a crearsi una famiglia e a desiderare di avere dei figli.”

(Dal Messaggio del Presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia mons. Vincenzo Paglia, al  in occasione della manifestazione del 20 giugno in piazza san Giovanni in Laterano a Roma contro il gender nelle scuole)

Aggiungo: chi non può partecipare preghi per tutti.

Posted in Attualità, Famiglia | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

“Il più forte sarà sempre chi mette le mani giunte”…

Posted by fermenticattolicivivi@gmail.com su 29/10/2014

happy-family-praying-together-01…diceva Kierkegaard. Ecco perché sarebbe da incoscienti escludere la preghiera dall’educazione dei nostri figli.

Sulla preghiera girano tanti pregiudizi che la mettono in pessima luce.

Alcuni pensano che sia un gargarismo di parola, altri un guasto senile. I più raffinati la considerano un trucco psicologico, la maggioranza sostiene che sia la cosa più noiosa al mondo!

I genitori ‘egregi’ (fuori dal gregge), invece, si AGGRAPPANO alla preghiera perché hanno sperimentato (sta qui la forza della loro argomentazione!) che la preghiera è una forza che ha il potere di risolvere crisi di nervi, momenti di depressione, noie, malumori

Questa loro esperienza diretta li porta a dar ragione al grande filosofo danese Soeren Kierkegaard il quale non aveva dubbi: “Il più forte sarà sempre chi mette le mani giunte”.

I genitori-salmoni non solo si aggrappano alla preghiera ma la difendono anche, con la forza!

happy-family-praying-together-02La difendono perché la preghiera è una grande riserva di valori pedagogici.

La preghiera ricorda che esiste il ‘grazie!’ (pregare non è chiedere l’elemosina a Dio, è, soprattutto, ringraziarlo).

La preghiera tiene desta la meraviglia (pregare è stupirci, complimentarci con Dio).

La preghiera dilata l’io (pregare è aprire le persiane: se non si fa bontà, è segno che c’è qualcosa che non va!).

La preghiera cura, guarisce, tonifica (il grande protagonista dell’indipendenza indiana Gandhi, ha confidato: “Più volte sarei diventato pazzo se non avessi avuto la preghiera!”).

Ecco quattro preziosi doni che ci vengono dalla preghiera!

  1. Sarebbe da incoscienti escluderla dall’educazione! I genitori-salmoni non sono incoscienti! Sono sapienti: per questo riservano al verbo pregare un capitolo importante della loro arte di educare. Sanno che, fin dalla prima infanzia, si può educare alle mani giunte e conoscono bene alcune strategie.
  2. Accettano il modo di pregare del bambino perché non associ mai ‘preghiera’ e ‘noia’. Sarebbe rovinare tutto! Accettano quindi che il bambino preghi con tutto se stesso, anima e corpo (che allunghi le braccia, che alzi le mani, che mandi un bacio…); accettano che le sue preghiere siano semplici (‘Grazie, Gesù, perché oggi ho visto due farfalle!’…); accettano che abbiamo un’attenzione lunga quanto un francobollo e che quindi non possa pregare a lungo…
  3. Qualche volta portano il piccolo nella chiesa silenziosa e grande, gli sussurrano una preghiera brevissima, gli fanno accendere un cero alla Madonna (tutte esperienze che hanno per il bambino il fascino del mistero e gli fanno intuire la trascendenza: l’esistenza, cioè, di realtà che superano la nostra capacità mentale).
  4. Alcuni genitori sono così convinti dell’importanza delle mani giunte che allestiscono nella loro casa un bel ‘punto-preghiera’, ove andare per fermarsi, raccogliersi, parlare con Dio.

happy-family-praying-together-03Soprattutto, per educare alla preghiera, padre e madre si fanno sorprendere a pregare dai figli!

E’ impossibile, infatti, che un piccolo, vedendo papà e mamma che stanno pregando raccolti, attenti, concentrati, non venga contagiato e si metta, lui pure, a pregare.

Allora la scena diventa stupenda:

una famiglia unita nella preghiera…

Una famiglia in pace…

Una famiglia intelligente: ha capito che chi prega cresce più in fretta; ha capito che per innalzarsi, l’uomo deve inginocchiarsi!

(Tratto da “La pedagogia controcorrente dei genitori salmoni di padre Pino Pellegrino, Astegiano Editore, pagg.114-116)

Posted in Attualità, Famiglia, Preghiera | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 Comments »

Attacchi spirituali (…e contrattacchi) alle mamme in attesa

Posted by fermenticattolicivivi@gmail.com su 01/08/2014

mamma01

(di Olivia Spears, dal blog http://www.ignitumtoday.com/)

La gravidanza è un periodo colmo di emozioni, che sia il primo figlio o il quindicesimo di una mamma in attesa. C’è gioia ed eccitazione, misti di trepidazione e irrequietezza, tutte emozioni appropriate visto il peso che questa nuova vita comporta.

Come tutte le mamme in attesa, ho provato anch’io questo mucchio di emozioni durante la mia prima gravidanza. I miei giorni erano movimentati da euforia e trepida irrequietezza.

Ma c’era anche qualcos’altro. La mia immensa felicità veniva occasionalmente minacciata da intensi dubbi e paure. Pensai che dipendesse dal fatto di essere sola in mezzo a queste incertezze; decisi allora di consultare altre mamme e realizzai di non esserlo.

Durante le nostre conversazioni scoprimmo che Satana spesso prende le nostre naturali preoccupazioni, le distorce e aggroviglia fino a che non diventino pressoché insopportabili. E’ ovvio che ci siano preoccupazioni e ansie naturali che arrivano con la gravidanza che è un evento enorme. Ma c’è una grande differenza tra l’essere un po’ giù perché non riesci più a entrare nei tuoi leggins preferiti, e pensare che non ci sia nulla di buono nel tuo corpo.

E’ pertanto necessario che le donne stiano in guardia contro il Nemico, riguardo a ciò. Il fatto che la gravidanza sia meravigliosa non significa che sia esente da attacchi spirituali. Ed è proprio per il fatto di essere così meravigliosa che il Nemico la odia, particolarmente mettendo in atto grandi sforzi per rovinarla (magari con l’aborto…).

Il diavolo si apposta e cerca di distruggere la nostra gioia innata, prendendo le nostre emozioni naturali e cercando di trascinarle verso il fango.

mamma 02Meno male che c’è Dio, che non solo è vittorioso nei confronti di questa canaglia, ma santifica e protegge le gravidanze, essendo Egli stesso… nato. Noi non siamo destinati a vivere nelle tenebre ma nella luce.

Insieme a mamme ‘vecchie’ e nuove, ho buttato giù una lista degli attacchi spirituali più comuni contro le mamme in attesa, e un elenco di ciò che ci aiuta a superarle.

Non è che i giochini del demonio cambino un gran che, ma l’essere consapevoli di quello che possiamo fare per restistergli, ci rende meglio equipaggiati a combattere queste bugie mortifere quando stanno per essere insufflate nelle nostre orecchie, e così ci aggrappiamo strette strette al Salvatore.

1. INADEGUATEZZA

Andiamo subito alla bugia più diffusa e travolgente che Satana ci urla contro. Gli piace proprio tanto dirci che siamo inadeguate, e lo fa nelle maniere seguenti:

FISICAMENTE: pensiamo che il nostro corpo non possa gestire la gravidanza. Poiché siamo ‘malate’ e incapaci di essere così efficienti, finiamo col ritenerci indegne e arriviamo a pensare: “Non posso mettere al mondo questo bambino”.

mamma 03 EMOZIONALMENTE: pensiamo di essere un relitto emotivo e che per questo, nessuno ci voglia stare intorno, e quindi finiamo con l’isolarci.

SPIRITUALMENTE: pensiamo di non essere abbastanza sante come madri. Siamo troppo peccatrici per insegnare le virtù ai nostri bambini. Siamo lontanissime dal somigliare a Maria nella sua maternità.

2. IMMAGINE DEL CORPO

Questo è un colpo che coglie molte donne di sorpresa. Quando una donna scopre di essere incinta, è anche entusiasta che il pancione si cominci a vedere. Poi questo accade e all’improvviso lei non è più così contenta di cambiare forma. In questi momenti vulnerabili, il diavolo tenta di avventarsi su di lei e subentrare. “Il tuo corpo non è mai stato così poco attraente come adesso”, “tuo marito non ti vorrà più”, “questa gravidanza ha spazzato via tutta la tua bellezza”.

3. DISARMONIA CONIUGALE

Ragazzi, ecco una cosa che piace davvero al Nemico: gli piace andare dritto alla radice di una gioiosa gravidanza, un matrimonio fondato sulla donazione di sé, e aggrovigliare tutto ben benino. Una gravidanza richiede una dose massiccia di comunicazione, pazienza, apertura e comprensione tra gli sposi. Di ogni occasione che daremo a Satana di incunearsi, egli ne approfitterà.

4. CONFRONTO

mamma04Il diavolo approfitterà di ogni occasione per dirci che non siamo poi così buoni come dovremmo. Egli ci vomita addosso falsità del tipo: “Non sarai una buona madre – non sei abbastanza creativa, o abbastanza ricca, o abbastanza intelligente, o abbastanza stabile. Guarda tutte queste supermamme, hanno tutto, e TUTTO INSIEME, e tu sai di non essere come loro.” La nostra cultura ossessionata da Pinterest (e dai social network, n.d.t.) di certo apre le porte ancora di più al Nemico.

5. RIMPIANTO

In poche parole, Satana ama instillarci il dubbio se avremmo mai dovuto dare inizio a questa vita. Questo è decisamente terribile da sopportare.

6. PAURA IRRAZIONALE

Ci comincia a frullare per la testa: “Se qualcosa di terribile PUO’ accadere, ACCADRA’. La mia gravidanza è spacciata, il mio bambino è spacciato, il mio post partum è spacciato. Prenderò tutte le decisioni più sbagliate ed effettivamente distruggerò per mio figlio, ogni possibilità di salute, felicità e santità”.

COME CONTRATTACCARE (E VINCERE)

1. IL TUO SPOSO

Tuo marito è la tua prima linea di difesa: permettigli di difenderti, dopotutto, è fatto proprio per questo. Lascialo combattere le bugie che ti vengono dette, permettendogli di piantare semi di verità nella tua vita. Permettigli di servirti e di prendersi cura di te nei tuoi malesseri, permettigli di affermare che sarai una mamma formidabile, permettigli di confortarti nelle tue paure, permettigli di prendere l’iniziativa nell’intimità quando ti senti particolarmente brutta (nota bene: la maggioranza degli uomini trova le proprie mogli più attraenti durante la gravidanza, così, giusto per dire 😉 ), e permettigli di pregare e digiunare intensamente per te.

mamma052. ADORAZIONE EUCARISTICA

Mettiti davanti a Cristo risorto. Passa del tempo in silenzio davanti a Lui. Getta in Lui tutti i tuoi affanni e invitalo persino nei tuoi dubbi più profondi. Lui ha schiacciato al testa del serpente per te, per la libertà da questi attacchi. Egli non ti lascerà.

3. IL TUO ANGELO CUSTODE (E QUELLO DEL TUO BAMBINO)

Chiedi aiuto all’essere the ti è stato assegnato sin dall’inizio. Chiedi al tuo Angelo Custode di darti una gomitata quando Satana comincia a gettarti addosso tutta quella spazzatura. Chiedigli protezione e forza, chiarezza e speranza. Chiedigli di ricordarti la Verità.

4. LA SACRA SCRITTURA E IL ROSARIO

Parlare della verità, la vita di Cristo, la Verità, ci aiuterà a combattere questi attacchi spirituali. Immergendoti nella Parola e contemplando la vita di Gesù attraverso il Rosario, rimarremo concentrati su ciò che è vero, buono e bello, e saremo rese salde e convinte nella nostra vocazione di madri e mogli.

(Tradotto dal mio blog cattolico preferito: http://www.ignitumtoday.com/2014/07/31/spiritual-attacks-expectant-mother-combat/)

Posted in Attualità, Famiglia, Pro-life | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , | 1 Comment »