FERMENTI CATTOLICI VIVI

"Andate controcorrente. Di quanti messaggi, soprattutto attraverso i mass media, voi siete destinatari! Siate vigilanti! Siate critici!" Benedetto XVI

  • Follow FERMENTI CATTOLICI VIVI on WordPress.com
  • Fermenti Cattolici Vivi


    Come i fermenti lattici vivi sono piccoli ma operosi e dinamici e pur essendo invisibili sono indispensabili alla vita, spero che questi "fermenti cattolici vivi" contribuiscano a risvegliare la gioia di essere cristiani.

    Segui il blog su canale Telegram https://t.me/fermenticattolicivivi

  • Fermenti recenti

  • Fermenti divisi per mese

  • Fermenti divisi in categorie

  • Disclaimer

    Questo Blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62/2001. Immagini e foto possono essere scaricate da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d'autore potrà contattare il curatore del Blog, che provvederà personalmente all'immediata rimozione del materiale oggetto di controversia.

    ______________

    SE PRELIEVI MATERIALE DAL BLOG, PER FAVORE CITA LA FONTE E IL LINK. CONFIDO NELLA TUA CORRETTEZZA!
    ______________

    IL BLOG E' CONSACRATO AL
    CUORE IMMACOLATO
    DI MARIA

  • Fermenti Cattolici Vivi è stato visitato

    • 1.327.430 volte

Posts Tagged ‘Befana’

«Ogni incontenibile anelito a chissà che, si volga al cielo»

Posted by fermenticattolicivivi@gmail.com su 05/01/2021

Volgere lo sguardo al cielo e proprio in quella stella comprendere ciò che il cuore brama (de-sidera), da essa lasciarsi condurre quasi a concederle un’insolita esclusiva, fa compiere passi decisi, ben oltre l’incognita del buio.

Non importa più quanto sia impervio il cammino, né lunga la strada: ciò che conta, ormai, è il “desiderio”. E solo nell’immagine magnifica del Dio Bambino tutto si compie ed è pienezza assoluta.

I Magi bypassano ogni concezione meramente pauperistica e luogocomunista: non offrono pane, né burro, né marmellata al Bimbo, né latte, né uova, né ricotta, perché nei loro doni c’è ciò che il Re è, anticipando il pregio dell’olio di nardo nel vaso d’alabastro. Egli si manifesta, i loro occhi comprendono, il cuore è divinamente e perfettamente appagato.

Sia così leale ogni desiderio, sia così spiritualmente intelligente ogni ricerca.

Ogni incontenibile anelito a chissà che, si volga al cielo, individui la stella e proceda verso Gesù. Meraviglioso Dio.

E sia Epifania.

[Riflessione dell’amica e sorella Loredana Corrao, col suo gentile permesso]

Posted in Festività Cattoliche | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

L’Epifania non riguarda i Magi e i loro strani doni

Posted by fermenticattolicivivi@gmail.com su 06/01/2019

Gaspare, Baldassare, Melchiorre. Questi “tre re dell’Oriente” sono presenti, con tanto di corona e cammelli, in ogni presepe.

MAGI – TRE RE?

Tuttavia, se guardiamo da vicino il racconto evangelico dei Magi (Mat 2: 1-12), non troveremo questi nomi. In realtà non c’è menzione di quanti Magi ci fossero o di chi fossero i re che cavalcavano sul dorso di un cammello.

Questa è una testimonianza di qualcosa che alcuni cristiani della Bibbia vorrebbero negare: cioè che tutti quelli che leggono un testo della Scrittura lo fanno alla luce di qualche tradizione, attraverso qualche lente. Se la lente è giusta, ingrandisce il testo e ci consente di ottenere il suo vero significato. Se la lente è sbagliata, otteniamo un’immagine distorta.

RICCHEZZA DELLE NAZIONI

Accade così che la lente che la tradizione cattolica usa per leggere questa storia derivi dalla Scrittura stessa – per essere precisi, scaturisce dalla connessione tra parole sante scritte a centinaia di anni di distanza. Ma nonostante i molti anni di distanza e la diversità degli autori umani, questi testi sono stati ispirati dallo stesso autore divino, lo Spirito Santo.

Nel capitolo 60 di Isaia (Is 60,1-6), si prevede che in un momento di oscurità, la gloria del Signore brillerà su Gerusalemme. La luce celeste sarà un faro per le nazioni pagane e persino per i loro re. Qui troviamo menzione di cammelli il cui compito sarà quello di portare la ricchezza di queste nazioni, incluso l’incenso e l’oro, nella città del Signore. Il Salmo 72 concorda sul fatto che i re lontani porteranno doni al Figlio di David.

La tradizione della Chiesa ha sempre visto la storia dei Magi come un compimento della profezia di Isaia e del Salmo 72. Da qui le corone e i cammelli.

ORO, INCENSO E MIRRA

Ma aspettate un attimo, Isaia 60 fa riferimento solo a due dei doni menzionati da Matteo: l’oro, adatto per un re e l’incenso, per l’adorazione di Dio. Che ne è della mirra, da dove viene e cosa significa?

La mirra, una resina aromatica, era usata per preparare i morti per la sepoltura. L’oro rivela che il bambino nella mangiatoia è in realtà un re; l’incenso ci dice che è Dio incarnato; la mirra ci dice che è venuto a morire.

Che qualcuno avrebbe redento il popolo di Dio attraverso la sofferenza e la morte fu predetto da Isaia alcuni capitoli prima (Is 53). Questa era la cosa veramente difficile da comprendere per coloro che vivevano al tempo di Gesù – che la stessa persona che adempiva tutte quelle profezie su un nuovo re glorioso adempìva anche le profezie su un servo sofferente.

Tutti e tre i doni dei Magi sono necessari per trasmettere la vera rivelazione, la vera epifania di chi è questo bambino e di ciò che è destinato a fare. Ecco perché per centinaia di anni abbiamo cantato di tre re, non due o quattro.

GASPARE,BALDASSARE E MELCHIORRE

Va bene, ma da dove vengono i nomi dei tre?

L’antica festa dell’Epifania celebra in realtà tre eventi, legati insieme dal significato della parola epifania come “apparenza” o “manifestazione”. All’improvviso appare chi è Gesù veramente – messia e Dio – ai Magi, a Cana quando fa il suo primo miracolo e quando è battezzato nel Giordano.

Nella Chiesa primitiva, l’Epifania era quindi seconda solo alla veglia pasquale come il tempo per celebrare il sacramento del battesimo.

Va bene, ma da dove vengono i nomi dei tre? L’acqua benedetta di quei battesimi serviva per benedire le dimore dei fedeli e divenne abituale scrivere sugli stipiti delle case benedette “C + B + M” che significa “Cristo benedica questa casa (Christus bendicat mansionem)”. Siccome allo stesso tempo venivano ricordati anche i re magi, qualcuno decise di dare loro dei nomi e di usare le letere CBM come loro iniziali: Caspar(che divenne Gaspare), Badassare e Melchiorre. I nomi rimasero.

LA VERA STELLA

Ma il fatto che Matteo non dia loro dei nomi è significativo. Potrebbero essere dei re, ma in questa storia sono semplicemente degli attori di supporto. Seguono la vera stella, il re dei re. Solo il suo nome è importante. L’Epifania non riguarda i Magi, riguarda Gesù.

(Autore: Dott. Marcellino D’Ambrosio, detto Dott. Italy – Fonte: https://www.crossroadsinitiative.com/media/articles/epiphany-revealed/)

Posted in Festività Cattoliche | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , | 1 Comment »

Gesù oggi dice a me e a te: “Tu sei la stella del mondo”

Posted by fermenticattolicivivi@gmail.com su 06/01/2017


IL GRANELLINO (Mt 2,1-12)
Una grande fetta dell’umanità ignora ancora Gesù Cristo. Anche nel mondo cristiano molti si professano cristiani o cattolici ma di Cristo non hanno proprio niente.

È vero, oggi sta nascendo un nuovo esercito di cristiani con lo zelo dell’evangelizzazione. Bisogna dire che negli ultimi secoli la Chiesa non è stata missionaria né in casa né fuori casa. Chi diventa evangelizzatore? Chi ha conosciuto e ama Gesù Cristo. 

Ecco perché in questo giorno dell’Epifania la mia esortazione viene rivolta a te che sei un amante di Cristo e della Chiesa. Sai cosa vuole da te Gesù Cristo?

Che tu sia una stella luminosa per guidare a Betlemme quelli che vivono nell’ignoranza di Gesù Cristo, salvezza dell’uomo. Gesù oggi dice a me e a te: “Tu sei la stella del mondo”.

Il Signore ha scelto te e me per illuminare un popolo che cammina nella tenebra.

Oggi c’è un Erode (massoneria) che si è messo in testa di distruggere la Chiesa.

Oggi c’è un ateismo che è ostile alla Chiesa. E la combatte con scaltrezza. Infatti, come dice Gesù, i figli del diavolo sono più scaltri dei figli della luce.

Nella stessa Chiesa ci sono sacerdoti che, ignorando la presenza di Gesù, vogliono adeguare il Vangelo alla mentalità del mondo.

Come al tempo dei Magi, anche oggi ci sono sacerdoti che pensano di fare solo culto nelle chiese, senza impegnarsi nell’evangelizzazione.

Sii allora una stella che brilla della verità di Cristo nel mondo. Non essere una stella cadente.

Porta gli uomini ad adorare Gesù Cristo nella Chiesa.

I maghi, gli indovini, le cartomanti, gli astrologi, i massoni e gli atei ostili alla Chiesa si stanno impegnando a portare gli uomini ad adorare il signore della morte.

C’è nel mondo un puzzo di morte. Porta in giro, dove lo Spirito ti sospinge, il profumo di Cristo.

Sii un evangelizzatore dell’amore e della misericordia di Dio. Non nasconderti.

La stella sta in alto per illuminare quelli che vivono nella tenebra. Amen. Alleluia.

(P. Lorenzo Montecalvo dei Padri Vocazionisti)

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

“Signore, fa’ che sia una creatura in movimento, come i Magi”

Posted by fermenticattolicivivi@gmail.com su 04/01/2015

“Signore, fa che sia una creatura in movimento, come i Magi.

Che sia tutto in movimento, non solo nei piedi che camminano ma anche nella mente che ricerca, anche nel cuore che ama trovare Qualcuno.

Non mi va di essere in semplice cartello indicatore della strada come i sacerdoti e gli scribi che indirizzano i tre Re, ma non si muovono.

Signore, voglio essere una creatura in movimento.

La fede e l’amore vivono di passi.”

(Padre Pino Pellegrino)

“Al vedere la stella, provarono una gioia grandissima. Entrati nella casa, videro il bambino con Maria sua madre, si prostrarono e lo adorarono. Poi aprirono i loro scrigni e gli offrirono in dono oro, incenso e mirra.” (Dal Vangelo secondo Matteo)

…Dio… fatto carne…

…Oro per il Re dei re.

…Incenso per il Sommo Sacerdote.

…Mirra per… il sacrificio…

E si intravvede già la Pasqua… del Risorto che è passato per la Croce.

Posted in Festività Cattoliche | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 Comment »