FERMENTI CATTOLICI VIVI

"Andate controcorrente. Di quanti messaggi, soprattutto attraverso i mass media, voi siete destinatari! Siate vigilanti! Siate critici!" Benedetto XVI

Posts Tagged ‘preghiera per la siccità’

«Tu visiti la terra e la disseti: la ricolmi delle sue ricchezze.» (Dal Salmo 65)

Posted by fermenticattolicivivi@gmail.com su 25/07/2017

In passato c’era la sana consuetudine di pregare per l’arrivo della pioggia. Non si trattava di superstizione; la Chiesa accompagnava il popolo di Dio nella difficile sfida di affidare a Lui tutto, soprattutto le cose che non si possono controllare.

Interessante, in proposito è quanto rispose Vittorio Messori in un’intervista rilasciata al quotidiano “La Repubblica” nel 2003 di cui riporto alcuni stralci.

«Per oltre mille anni la Chiesa due volte all’anno, prima di Pasqua e al tempo dell’ Ascensione, ha sempre celebrato nelle campagne le Rogazioni, cioè delle liturgie che si svolgevano all’aperto, con processioni, Messe e con invocazioni a Dio e tutti i santi perché scendesse la benedizione sulla terra, perché tutti i frutti venissero salvati con l’arrivo della pioggia, al momento opportuno, e del sole, quando era necessario. (…)»

«Nella Bibbia si fa riferimento alla pioggia almeno duecento volte, soprattutto nell’Antico Testamento. La pioggia nella prospettiva giudaico-cristiana è un simbolo altamente religioso perché è qualche cosa che scende dal cielo sulla terra dopo esservi arrivata dalla terra sotto forma di nubi. Quindi, per la tradizione giudaico-cristiana, viene direttamente da Dio per dissetare gli uomini. Nella essenza biblica, quindi, la pioggia ha una simbologia altissima: è il simbolo del legame tra Dio e l’ uomo. (…)»

«Nella prospettiva cristiana, Dio è nostro padre e noi siamo suoi figli. Per cui ogni figlio ha il diritto-dovere di chiedere al padre di essere aiutato, anche nei bisogni quotidiani, come appunto è l’ acqua. Siccome la pioggia riguarda direttamente la vita delle persone non si vede perché non si debba pregare Dio per averla. (…)»

«Nella Lettera di Giacomo c’è un invito specifico a pregare per l’ acqua con queste parole: “Molto vale nella preghiera del giusto fatta con insistenza. Elia pregò che non piovesse e non piovve. Poi, pregò affinché piovesse e il Cielo diede la pioggia e la terra dette i suoi frutti”.»

Sono molte le preghiere che si possono elevare a Dio con questa intenzione, in primis celebrare una Messa, ma anche pregare un Rosario, un salmo, stare in adorazione davanti al Santissimo Sacramento.

E’ importante, a mio modesto avviso, al netto delle polemiche sulle incurie o sulle malefatte umane, imparare di nuovo ad affidare a Dio oltre alle cose su cui abbiamo potere, per farle secondo la sua volontà, anche quelle su cui non ne abbiamo, rimettendoci al nostro posto, quello delle creature, amate dal Creatore.

Salmo 65

Al maestro del coro. Salmo. Di Davide. Canto.

A te si deve lode, o Dio, in Sion;
a te si sciolga il voto in Gerusalemme.

A te, che ascolti la preghiera,
viene ogni mortale.

Pesano su di noi le nostre colpe,
ma tu perdoni i nostri peccati.

Beato chi hai scelto e chiamato vicino,
abiterà nei tuoi atrii.
Ci sazieremo dei beni della tua casa,
della santità del tuo tempio.

Con i prodigi della tua giustizia,
tu ci rispondi, o Dio, nostra salvezza,
speranza dei confini della terra
e dei mari lontani.

Tu rendi saldi i monti con la tua forza,
cinto di potenza.

Tu fai tacere il fragore del mare,
il fragore dei suoi flutti,
tu plachi il tumulto dei popoli.

Gli abitanti degli estremi confini
stupiscono davanti ai tuoi prodigi:
di gioia fai gridare la terra,
le soglie dell’oriente e dell’occidente.

Tu visiti la terra e la disseti:
la ricolmi delle sue ricchezze.
Il fiume di Dio è gonfio di acque;
tu fai crescere il frumento per gli uomini.
Così prepari la terra:

Ne irrighi i solchi, ne spiani le zolle,
la bagni con le piogge
e benedici i suoi germogli.

Coroni l’anno con i tuoi benefici,
al tuo passaggio stilla l’abbondanza.

Stillano i pascoli del deserto
e le colline si cingono di esultanza.

I prati si coprono di greggi,
le valli si ammantano di grano;
tutto canta e grida di gioia.

Posted in Attualità, Preghiera | Contrassegnato da tag: , , , , | 1 Comment »