FERMENTI CATTOLICI VIVI

"Andate controcorrente. Di quanti messaggi, soprattutto attraverso i mass media, voi siete destinatari! Siate vigilanti! Siate critici!" Benedetto XVI

  • Follow FERMENTI CATTOLICI VIVI on WordPress.com
  • Fermenti Cattolici Vivi


    Come i fermenti lattici vivi sono piccoli ma operosi e dinamici e pur essendo invisibili sono indispensabili alla vita, spero che questi "fermenti cattolici vivi" contribuiscano a risvegliare la gioia di essere cristiani.

    Segui il blog su canale Telegram https://t.me/fermenticattolicivivi

  • Fermenti recenti

  • Fermenti divisi per mese

  • Fermenti divisi in categorie

  • Disclaimer

    Questo Blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62/2001. Immagini e foto possono essere scaricate da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d'autore potrà contattare il curatore del Blog, che provvederà personalmente all'immediata rimozione del materiale oggetto di controversia.

    ______________

    SE PRELIEVI MATERIALE DAL BLOG, PER FAVORE CITA LA FONTE E IL LINK. CONFIDO NELLA TUA CORRETTEZZA!
    ______________

    IL BLOG E' CONSACRATO AL
    CUORE IMMACOLATO
    DI MARIA

  • Fermenti Cattolici Vivi è stato visitato

    • 1.153.906 volte

Posts Tagged ‘terremoto’

«Servirebbe un’agenda dei sentimenti»

Posted by fermenticattolicivivi@gmail.com su 11/01/2020

«A volte mi inquieto di quanto velocemente, bombardati da mille stimoli, dimentichiamo.

Padre Gianni, missionario in Albania: «Il venerdì è sempre il mio giorno preferito. Mi ricorda come quel Cuore che ha tanto amato il mondo da dare la Sua vita per esso si dona ancora per me, nonostante me. Una preghiera per tutti voi. Stanotte siamo andati decisamente sotto lo zero ma mi è bastato pensare a quanti intorno a noi hanno dormito in case senza isolamento alcuno, dove piove dentro e dove l’unico calore è una piccola stufa a legna o ai terremotati ancora nelle tende».

Nessuno ne parla più.

Non c’è tempo di caricarsi emotivamente del dolore altrui, fermo restando che non possiamo prenderci tutto il dolore del mondo, ma forse di quello a pochi chilometri dalle nostre coste si.

Ad ogni modo la dimenticanza precede questi ragionamenti, e nel cuore muore l’empatia.

Servirebbe un’agenda dei sentimenti, strumento di lotta del guerriero dell’umanità. Primo obiettivo: non dimenticare tutto.»

[Dall’account Facebook dell’amico Pierluigi Cordova, col suo permesso]

Posted in Attualità | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

«Gesù è terremotato come tutti però è rimasto intatto, è un segno di speranza per noi»

Posted by fermenticattolicivivi@gmail.com su 23/02/2018

Ad Arquata del Tronto, colpita pesantemente dal sisma del 2016, a distanza di più di un anno e mezzo, all’interno di una chiesa crollata, nel tabernacolo, sono state ritrovate incorrotte le ostie consacrate. Il tabernacolo è stato portato, ora, nella cattedrale di Ascoli Piceno.

Il Vescovo Mons. Giovanni D’Ercole: “Gesù è terremotato come tutti però è rimasto intatto, è un segno di speranza per noi”.

Con la stessa saggia ma accogliente prudenza del Vescovo, impariamo ad accogliere – senza miracolismi ma con cuore aperto – i segni che ci vengono dal Cielo per aumentare la nostra fede.

«Il tabernacolo apparteneva alla chiesa parrocchiale di Arquata del Tronto, distrutta dal terremoto. Quando si scavò tra le macerie, la piccola opera d’arte fu spostata in un magazzino, insieme ad altri reperti. Nei giorni scorsi è stata restituita alla diocesi. Poi, la scoperta.

Come riporta Avvenire, all’interno c’era la pisside, riversa ma non aperta. Dentro, quaranta ostie perfettamente intatte, sia nel colore che nella forma e nell’odore. Nessun batterio o muffa, come capita a tutte le ostie dopo qualche settimana. E invece quelle, ad un anno e mezzo di distanza, sembravano fatte il giorno prima. Ora le ostie tolte dalle macerie sono state portate nella Cattedrale di Ascoli.» (https://www.interris.it/)

Don Angelo Ciancotti, parroco della Cattedrale di Ascoli:

«Questo ritrovamento è una grande gioia e un messaggio per tutta la comunità. Per me è un miracolo, ma è ovvio che chi non ha fede non può credere a nulla. Ma non potrà mai dire che ci sono state manomissioni. Il Signore ha fatto tutto da sé.»

Posted in Attualità, Fede e ragione | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Preghiera alla Madonna del Terremoto

Posted by fermenticattolicivivi@gmail.com su 18/01/2017

mantovachiesamadonnadelterremoto_02Come sempre, quando realizzo che ogni commento suonerebbe stonato e fuori luogo, faccio l’unica cosa che sento sensata.

Prego.

O beatissima Regina del cielo e della terra,

che mentre stavi sotto la croce di Gesù, tuo Figlio,

e la spada del dolore ti trapassava l’anima

per diventare la Madre di tutti i viventi,

hai sentito sotto i tuoi piedi tremare la terra,

soccorri i tuoi figli che gemono spaventati dal terremoto.

La terra rimbomba di un sordo boato,

attorno a noi crollano il presente e il passato

e le nostre anime smarrite si chiedono:

che cos’è l’uomo, perchè Tu, o Signore, te ne ricordi?

Fatto a immagine e somiglianza di Dio e circondato di gloria,

eppure ha divorato come un figlio dissoluto i doni del Padre,

ha tradito l’Amore di Gesù, ha spento lo Spirito Santo,

fino a meritare il castigo di Dio.

O Madre Santissima, piena di Grazia e di Misericordia,

intercedi per noi presso tuo Figlio:

prendi le nostre mani e guidaci a Lui,

perchè converta i nostri cuori e perdoni i nostri peccati.

mantovachiesamadonnadelterremoto_01Liberi dall’inquetitudine e dalla disperazione,

seguiremo la via della salvezza e canteremo

in eterno con te le meraviglie di Dio-

Amen

(Fonte: http://www.ognissantisanbarnaba.it/)

[La chiesa dell’immagine è la piccola chiesa della Madonna del Terremoto in Mantova che fu edificata nel 1754 a ricordo della protezione data dalla Madonna in occasione del terremoto del 1693. Essa sorge in piazza Canossa una delle più caratteristiche piazze di Mantova.]

 

Posted in Attualità, Maria | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | 1 Comment »

«Mi chiedono dov’è Dio nel dolore? Balbetto rispondendo: è nel dolore.»

Posted by fermenticattolicivivi@gmail.com su 30/08/2016


Mi chiedono dov’è Dio nel dolore? Balbetto rispondendo: è nel dolore. È l’uomo dei dolori.Non posso teorizzare davanti al dolore, sarebbe uno sfregio stare qui con la mano che regge una testa che pretende di essere colta e blaterare risposte in difesa di Dio, mentre c’è qualcuno che soffre. Difendo Dio facendo quello che posso fare.

Quando ho iniziato a studiare teologia, ho pensato che fosse una parola su Dio, una parola in difesa di Dio… col tempo ho imparato che su Dio abbiamo ben poco da dire, che Dio non ha bisogno delle nostre difese… ho imparato dal libro di Giobbe che chi difende Dio a spese dell’uomo offende l’uomo e Dio allo stesso tempo!…

La teologia è una parola di Dio per l’uomo. È il Dio che si fa vicino alla storia senza snaturarla, senza schiacciare la sua evoluzione, senza causare l’involuzione della volontà dell’uomo. La teologia non è la difesa di Dio, non è una teodicea che ad ogni costo vorrebbe mantenere pulite le mani di Dio. La teologia è la testimonianza del Dio che ha sporcato le sue mani, del Dio dalle mani bucate, del Dio che non spiega il dolore ma lo assume, del Dio che si manifesta non tanto all’uomo quanto nell’uomo. Nell’uomo Cristo. E in ogni uomo che imita Cristo.

Dio si manifesta nel dolore quando lo consoliamo.

Dio si manifesta nelle lacrime quando le asciughiamo.

Dio si manifesta nel male quando lo rifiutiamo.

Dio si manifesta nel bene quando lo facciamo.

Dio si manifesta nel silenzio quando parliamo.

Siamo le sue mani, siamo i suoi piedi, siamo il corpo sofferente e consolante di Cristo. Siamo il seme che muore e la primizia della risurrezione.

Dov’è Dio nel dolore? – forza, alzati, fai quello che puoi. Sei sacramento di Dio nel mondo, del Risorto che ha vinto e in te vince il dolore, il peccato e la morte.

(Robert Cheaib http://www.theologhia.com/2016/08/dove-dio.html)

Posted in Attualità, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | 2 Comments »

#PrayForItaly

Posted by fermenticattolicivivi@gmail.com su 28/08/2016

Niente polemiche: solo pregare e aiutare. 

Questo un primo elenco di vittime identificate del terremoto, reso noto dalla Prefettura di Ascoli Piceno (tra parentesi luogo e data di nascita):
BARONI Elsa (Arquata, 7.4.1924)
BARONI Milvina (Arquata, 1.1.1927)
CAFINI Colombo (Pescara di Arquata, 26.6.1964)
CAFINI Elisa (Roma, 8.3.2002)
CAFINI Irma (Arquata, 13.5.1935)
CAFINI Antonio (Arquata, 23.1.1937)
CELANI Giulio (Arquata, 28.12.1962)
CIARPELLA Giordano (Roma, 14.5.2012)
COLACECI Rita (Pomezia, 24.2.1947)
CORTELLESI Stefania (Roma, 28.7.1968)
COSSU Andrea (Roma, 3.9.1968)
DESIDERI Barbara (Roma, 13.9.1981)
FILOTEI Ercole (Roma, 2.4.1956)
GIORGI Santa (Arquata, 8.6.1940)
MARANO Corrado (Tripoli, 24.5.1940)
MARINI Manuel (Civita Castellana 6.6.1991)
MASCIARELLI Arianna (Roma, 29.1.2001)
MASCIARELLI Luciana (Roma, 20.6.1968)
MOLDOVAN Violeta (Romania, 2.2.1979)
PALA Amelia (Arquata, 28.3.1956)
PALA Dino (Arquata, 10.5.1947)
PALA Savina (Arquata, 10.3.1940)
PALA Antonia (Arquata, 12.5.1938)
PARADISI Clara (Arquata, 2.3.1938)
PESCETELLI Laura (Roma, 29.5.1949)
PICCIONI Aldo (identificazione da completare)
PICCONI Jessica (Roma, 2.9.1986)
PICIACCHIA Wilma (Pomezia, 11.11.1966)
PIERMARINI Marisol (L’Aquila, 28.12.2014)
POTEZIANI Nunzia (Roma, 17.12.1965)
PRATESI Gabriele (Roma, 28.10.2007)
REITANO Alberto (Roma, 2.2.1960)
REITANO Tommaso (Roma, 10.7.2002)
RENDINA Algero (Pescara del Tronto, 24.12.1927)
RENDINA Irma (Arquata, 29.5.1936)
RENDINA Ivana (Arquata, 27.8.1951)
RENDINA Lucrezia (Milano, 20.4.2000)
RENDINA Piera (Ascoli Piceno, 5.12.1964)
RENDINA Pietro (Arquata, 28.6.1931)
RINALDO Giulia (Roma, 22.10.2007)
ROMUALDI Sofia (Roma, 13.11.1935)
UMBRO Vito (Vivo Valentia, 2.7.1953)
MASCIARELLI Fernando (identificazione da completare)
BARTOLETTI Ada (Roma, 20.12.1945)
OLIVANDI Fulvio (identificazione da completare)
LO RUSSO Loredana (identificazione da completare)

Questo l’elenco delle prime 136 vittime riconosciute diffuso dalla prefettura di Rieti (tra parentesi data di nascita e residenza)

Riccardo Annucci (2/12/1976 Roma); 
Pietro Baccari (3/3/2010 Roma); 
Alessandra Bonanni (10/6/1972 Amatrice); 
Maria Rosaria Bonifacio (6/12/1968 Guidonia); 
Francesco Bonfratello (14/8/2005 Fonte Nuova); 
Lanfranco Boni (3/5/1952 Roma); 
Marcos Burnet (14/7/2002 Londra); 
Mirian Busolli (23/6/1945 Roma); 
Natale Compagnoni (17/2/1948 Antrodoco); 
Elisa Caponi (1/2/2015 Roma); 
David Carfagna (28/7/1990 Amatrice); 
Eugenio Casini (1/2/1964 Amatrice); 
Ilaria Casini (7/1/1998 Amatrice);
Anna Catalini (21/4/1944 Amatrice); 
Anna Cicconi (6/4/1959 Amatrice); 
Elisa Ciciarelli (8/7/2009 Guidonia Montecelio);
Cesare Ciciarelli (2/8/1969 Amatrice); 
Maria Elisa Conti Santarelli (18/3/1931 Piacenza); 
Felicia Cortellesi (20/9/1929 Amatrice); 
Teresa D’Alessio (4/4/1928 Roma); 
Carlo d’Annibale (14/9/1940 Amatrice); 
Emanuela De Luca (20/10/1975 Roma); 
Giovanni Battista D’Emidio (3/10/1922 Amatrice); 
Carmela De Sanctis Oyidi (1/7/1933 Roma); 
Giacomo Dell’Otto; 
Teodora Di Cola (17/9/1936 Amatrice); 
Clementina Di Giammarco (3/3/1948 Amatrice); 
Claudio Di Sebastiano (20/3/1950 Amatrice); 
Giampiero Fedeli (24/6/1951 Roma); 
Maria Feliziani (23/2/1931 Roma); 
Bianca Maria Ferrari (27/7/1955 Roma); 
Maria Ferretti (23/9/1976 Amatrice); 
Liliana Fortini (2/3/1931 Amatrice); 
Rocco Gagliardi (20/2/1935 Amatrice); 
Diego Galante (20/5/1976 Agrate Brianza); 
Antonietta Giustiniani (Roma); 
Anna Grasso (23/11/1930 Amatrice); 
Antonio Graziani (15/1/1938 Roma); 
Anna Grossi (6/12/1995 Amatrice);
Franco Grossi (8/11/1993 Amatrice); 
Maria Hennicker Gotley (13/9/1964 Londra);
William Hennicker Gotley (6/2/1961 Londra);
Natalia Iorio (22/3/1954 Roma); 
Maricica Iosub (8/8/1980 Amatrice); 
Maria Vittoria Ippoliti (21/9/1939 Amatrice);
Vincenza Locchi (13/9/1968 Amatrice); 
Nadia Magnanti (17/8/1972 Fonte Nuova); 
Mauro Marincioni (28/10/1966 Rieti); 
Sandra Marinelli (Roma); 
Maria Luisa Marra (29/7/1954); 
Cesare Marri (Forlì); 
Benito Nerone (4/11/1936 Amatrice); 
Alessandro Neroni (17/3/1972 Montecosaro Scalo); 
Steluta Novac; 
Elena Organtini (18/8/1926 Amatrice); 
Carmela Ovidi De Sanctis (Roma); 
Maria Teresa Palaferri (11/11/1941 Amatrice); 
Alessia Palmucci (21/4/1992 Castelnuovo di Porto); 
Monica Palmucci (29/5/1967 Capena); 
Paola Pandolfi (20/3/1969 Colle di Tora); 
Jacopo Pasqualini (31/7/1984 Cesano di Roma); 
Giulia Perilli; 
Giuditta Perilli (27/11/1940 Amatrice); 
Giulia Perilli (24/3/1949); 
Rita Porro (30/8/1944 Amatrice); 
Antonia Puccio (24/6/1955 Roma);
Silvana Puglia (18/7/1937 Amatrice)
Paola Rascelli (12/8/1973 Roma);
Adele Rosini (26/10/1941 Amatrice); 
Maria Rubei (2/9/1972 Roma);
Pompeo Rubei (6/9/1962 Amatrice); 
Anna Rosa Russo (9/4/1954 Roma); 
Antonio Salvati (16/6/1960 Roma); 
Vittoria Santarelli (4/6/1957 Amatrice); 
Gabriele Sebastiani (29/4/1932 Amatrice); 
Pietro Serafini (18/11/1932 Amatrice); 
Olivia Serva (28/3/1966 Roma); 
Benedetta Taddei Vittori (4/7/2003 Amatrice);
Giuseppe Taddei Vittori (26/11/2006 Amatrice); 
Andrea Tomei (21/11/1987 Amatrice); 
Erion Toro (2/5/1986 Amatrice); 
Margherita Torroni (2/1/1959 Roma); 
Iole Torroni (30/7/1998 Amatrice); 
Graziella Torroni (6/6/1982 Accumoli); 
Stefano Tuccio (2/8/2008 Accumoli); 
Riccardo Tuccio (19/11/2015 Accumoli); 
Andrea Tuccio (7/7/1982 Accumoli); 
Ezio Tulli (17/1/1974 Nettuno); 
Oviedo Rosaura Valiente (8/9/1957 Amatrice); 
Maria Luisa Volpini (12/1/1938 Amatrice)
Caterina Amadio (Forlì); 
Giorgetta Braier (14/2/1957 Amatrice); 
Luciana Conti (1/2/1947 Amatrice); 
Elisa Conti Santarelli; 
Loretta Di Battista (5/11/1954 Sant’Angelo Romano);
Remo Di Carlo (3/12/1947 Roma); 
Silvia Di Domenico (24/5/1962 Roma); 
Clementina Di Gianmarco (L’Aquila); 
Antonio Graziani;
Ivan Ianni (3/8/2113 Amatrice); 
Veralu Ianni (16/3/2016 Amatrice); 
Rita Innocenti; 
Beatrice Micozzi (Amatrice); 
Paolo Moriconi (25/5/1970 Amatrice); 
Bruna Muller (Forlì); 
Rosella Nobile (8/7/1957 Amatrice); 
Gabriele Nobile (16/4/1947 Sant’Angelo Romano); 
Gianpaolo Pace (24/5/1973); 
Giuseppe Piccari; 
Lisa Poggi (2/3/1938 Amatrice); 
Gabriella Poggi (14/11/1939 Roma); 
Giuseppe Porro (9/11/1939); 
Andrea Serafini;
Simone Serafini; 
Giuseppe Spurio (23/1/1942 Amatrice); 
Eleonora Tondinelli (13/10/1938 Amatrice); 
Assunta Valentini (4/7/1926 Fontenuova).
Marcello Annessa (11/1/1941 Cerveteri); 
Giuseppina Bianchini (Roma); 
Federica Corsaro (9/3/1986 Fiumicino); 
Aurelia Daogaru (Nettuno); 
Enzo Di Cesare (16/3/1943 Latina); 
Ennio Evangelista (Roma); 
Fabio Graziani (Nettuno); 
Ana Huete Aguilar (Granada);
Vincenza Lupi (Roma); 
Edda Norcini (17/4/1948 Latina); 
Zelio Pandolfi; 
Flavio Paldolfi; 
Paola Rascielli;
Marco Santarelli (11/11/1988 Frosinone); 
Fabrizio Trabalza (15/10/1971 Roma);
Leonardo Tulli (1/9/2002 Nettuno); 
Ludovica Tulli (24/7/2004 Nettuno)

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Il soccorso più grande 

Posted by fermenticattolicivivi@gmail.com su 25/08/2016

di Costanza Miriano

Cerco in tv o su internet i volti dei vecchietti dell’ospizio (di Amatrice) in cui vado a messa. Vedo don Savino, il parroco, che piange al tg1, lui, così timido e sempre misurato. Vedo l’ospizio femminile crollato. Sento che tre suore, suor Cecilia, suor Agata, suor Anna non si trovano. Credo che siano morte. Una di loro sicuramente era venuta ad aprirmi la porta quella mattina che ero in ritardo. Chiedo agli amici che sono ancora lì se è il caso di andare a dare una mano, ma giustamente la protezione civile vuole solo gente preparata.

Che si può fare in questi casi, a parte mandare pacchi di viveri, indumenti, coperte? Mi chiedo: cosa vorrei io da una perfetta sconosciuta che non sa fare niente, se fossi in quella situazione? Preghiere. Vorrei preghiere. Se fossi in pericolo di vita, se fossi ferita nel corpo o anche solo nel cuore, vorrei preghiere. Ma soprattutto se mi stessi presentando davanti a Dio per il giudizio supplicherei tutti gli sconosciuti del mondo di implorare per me misericordia. E visto che siamo nell’anno del giubileo straordinario della misericordia, mi è venuto in mente che ognuno di noi potrebbe adottare una delle vittime, e prendere per quella l’indulgenza plenaria offerta dal Giubileo. Potremmo scegliere un nome ascoltato alla radio, una storia che ci ha colpito, o magari possiamo dire a Dio di regalare quell’indulgenza alla vittima più anonima e meno “notevole” di tutte. Un vecchietto, una badante, se c’è, una persona sola, un bambino… che fine ha fatto la quattordicenne il cui padre è stato intervistato dal tg1 delle 20? Un padre che stava davanti alla casa dell’incubo, senza parole. Oltre al dolore straziante, qualcuno prega per lei? È salva? Se no, chi chiede l’indulgenza per lei?

Ad Amatrice monsignor Pompili aveva aperto la porta santa proprio il 13 agosto, nella chiesa di sant’Agostino che oggi è quasi distrutta. Da lì la gente si era spostata all’ospizio, perché visitare gli anziani è una delle opere di misericordia raccomandate dal Papa. Si era aspettato agosto perché in questa settimana dopo ferragosto nella conca amatriciana il numero degli abitanti quasi si decuplica rispetto all’inverno. Spero tantissimo che qualcuna delle vittime avesse approfittato di questa grazia pochi giorni prima di morire. Se c’è qualcuno che ne ha bisogno, ecco, possiamo essere noi al suo fianco, chiedendo per lui misericordia, facendo l’atto di carità più grande che possiamo fare a un fratello: presentarlo al Padre, chiedendo per lui non solo il perdono ma anche la liberazione dalle pene temporali dovute ai peccati. Questo è il soccorso più grande, perché, ne siamo certi, siamo nati e non moriremo mai più.

Per l’elenco aggiornato delle vittime per cui poter pregare, tenete d’occhio il blog di Costanza Miriano: https://costanzamiriano.com/

Posted in Attualità, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »