FERMENTI CATTOLICI VIVI

"Andate controcorrente. Di quanti messaggi, soprattutto attraverso i mass media, voi siete destinatari! Siate vigilanti! Siate critici!" Benedetto XVI

La storia di David, un protestante che sperimenta Maria

Posted by fermenticattolicivivi@gmail.com su 03/06/2012

“Non avere mai paura di amare troppo la Vergine Maria. Non l’amerai mai più di quanto non abbia fatto Gesù” San Massimiliano Kolbe (un prete morto ad Auschwitz prendendo il posto di un padre di famiglia ebreo che sarebbe stato presente, cinquant’anni più tardi, alla sua canonizzazione in piazza San Pietro)

Mi ricordo che stavo in piedi, fuori da una chiesa, nel 1988, non molto tempo dopo aver consegnato la mia vita a Gesù. Guardavo la statua di Maria fuori dalla chiesa. Non pensavo alla statua in quanto tale ma a quello che rappresentava. Non la stavo adorando, semplicemente pensavo alla Madre di Gesù. Tutto ciò che sapevo su di lei era un presepe che avevo visto quando ero giovane, e una buffa storia che avevo sentito riguardo a una “vergine che avrebbe avuto un figlio”.

Nella mia vita avevo avuto molte esperienze negative con le donne, dentro e fuori storie d’amore, e diversi aborti. Emozionalmente ero stato ferito e avevo ferito. Avevo persino troncato ogni relazione con la mia stessa madre. Avevo passato due anni in una comunità gay. Pensavo che non sarei mai più stato in grado di amare una donna. Ma si dà il caso che Maria è la madre del mio Signore e Salvatore, a cui mi ero arreso diversi mesi prima.

Improvvisamente sentii che la potevo amare. Nemmeno immaginavo che il sagrato su cui stavo appartenesse a una chiesa cattolica. Non conoscevo la differenza tra cattolici e protestanti, e non avevo idea che un gruppo di cristiani pensassero e affermassero che questi sentimenti verso maria fossero blasfemi. Io sapevo solo quello che mi diceva il cuore.

Cercai immediatamente una chiesa, la cercai tra tante denominazioni. Andai in dozzine di Chiese. Mi sentivo disorientato dal fatto che molte di queste Chiese nemmeno nominassero Maria. Volevo dire loro il mio segreto ma a quel tempo ero davvero molto timido, parlavo poco, non facevo domande, in realtà avevo perso la mia voce come cantante e scrivevo in un taccuino. Non avevo idea delle dinamiche interdenominazionali di Maria.

Tornai allora nella chiesa che aveva la statua. A questa Chiesa ero appartenuto per diciotto anni fino al 2006. Se avesse avuto una differente denominazione forse sarei tornato. In realtà mi piaceva solo il fatto che essi onorassero questa donna meravigliosa che mi stava aiutando a guarire nel mio rapporto con le donne e con mia madre. Se tu ed io possiamo fare miracoli nel nome di Gesù, perché non lei? (Mt 10,1) Lei mi stava mostrando anche che potevo amare le donne, a partire da lei.

Una volta dentro la chiesa accadde un altro miracolo. Si verificò prima che conoscessi la Bibbia o imparassi qualcosa sugli angeli o sulla religione. C’era un dipinto di Maria con Gesù in braccio e due angeli ai suoi lati. Era chiamata Nostra Signora del perpetuo Soccorso ed era stato dipinto nei primi secoli del cristianesimo.

Sedevo tranquillo quando chiesi a Maria chi fossero i suoi angeli ai suoi lati. Udii nella mia testa una voce di donna che chiaramente e amorevolmente diceva: “San Michele e San Gabriele”. Non so leggere le lettere greche e per me questo fu un miracolo di conferma che ero proprio nel posto giusto.

Ho scattato questa foto dell’originale a Roma

Qualcuno potrebbe dirmi: “Questo è il diavolo che ti sta ingannando.” Andiamo allora a vedere il risultato dell’esperienza. “Conoscerete l’albero dai frutti” (Mt 12,33). Il frutto di questo albero è stato l’avermi portato in una profonda e personale relazione con Gesù Cristo, figlio del Dio vivente, Figlio di Maria. “Nessuno può dire ‘Gesù è il Signore’ se non sotto l’azione dello Spirito Santo” (1 Cor 12,3).

Non tornai più nella comunità gay, sebbene personalmente attribuisca questo miracolo a Gesù direttamente. Ma posso dire che la mia relazione con Maria sia stata il mio maggiore supporto in tutto il mio recupero.

Mi era stato detto dai miei amici evangelici che le icone erano idoli. Grazie a Dio non ho mai sentito ciò prima di questo miracolo. Sembra che Dio non fosse minimamente preoccupato del fatto che stessi guardando un’icona. Addirittura aveva deciso di operare un miracolo proprio mentre stavo guardando un’icona. Grazie Dio per queste vecchie robe cattoliche. Grazie Dio per averci dato Maria come Madre. Grazie Dio per i miracoli che Lui fa per mezzo di lei.

Dobbiamo ricordarci del fatto che gli apostoli Paolo e Pietro operavano miracoli nel nome di Gesù. Anche i moderni pastori operano dei miracoli nel nome di Gesù. I cattolici credono che Maria possa fare lo stesso.

C’è stato un altro miracolo che Gesù ha fatto per mezzo di Maria. Avevo avuto per diversi anni un terribile disturbo alimentare, anoressia, bulimia. Un giorno dissi a Maria: “Maria, tu hai nutrito il tuo bambino Gesù per tutti quegli anni, scommetto che puoi nutrire anche me”. Quello è stato il momento decisivo nel mio programma di recupero e da allora non ho più fatto abbuffate né vomitato o digiunato. Ho un peso normale da dodici anni. Credo che lei abbia operato un miracolo allo stesso modo in cui i primi cristiani curavano la gente nel nome di Gesù.

Un invito: prega Gesù attraverso Maria

Spero di non aver disturbato nessuno con questo articolo. Mi auguro solo di aiutare a costruire un ponte tra cattolici e protestanti. Non credo che evitare Maria ci aiuti a costruire tale ponte. Non posso prescindere da quasto argomento, almeno nella mia vita, così come nelle vite di milioni di cristiani vivi in Cristo che sono stati arricchiti dalla relazione con Maria. Il tempo speso con Maria non toglie meno tempo a Gesù del tempo speso con gli altri cristiani.

Vorrei concludere con un invito. Potrebbe essere difficile, forse impossibile per qualcuno. Vorrei chiedervi di dimenticare per sempre tutto quello che avete sentito dire di Maria, tutto quello che avete letto su di lei compreso quello che ho detto qui. [Nota del blogger: l’autore è americano e nella cultura anglosassone è normale sentire e leggere pregiudizi sulla Madonna].

Vorrei invitarvi a pregare Gesù. Molti cristiani ritengono che sia del tutto sicuro pregare Gesù senza niente. Vi invito ora a pregare Gesù con Maria. Chiedete semplicemente a Gesù di mostrarvi la verità su sua Madre. Chiedetegli di indirizzare i vostri pensieri a lei. Chiedete a Gesù se sua madre davvero è viva ed è con lui. Chiedetegli se Maria sta pregando per noi. Semplicemente pregate Gesù con lei. Provate a farlo ogni notte per sei mesi. Sono profondamente convinto che Gesù vi porterà alla verità su sua Madre.

Signore Gesù, fa’ che la tua preghiera per l’unità dei cristiani divenga realtà, a modo tuo noi confidiamo totalmente nel fatto che tu rimetterai insieme il tuo popolo. Ti diamo il permesso assoluto di intervenire.

Amen

[Tratto da http://www.davidmacd.com/catholic/mary.htm]

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: