FERMENTI CATTOLICI VIVI

"Andate controcorrente. Di quanti messaggi, soprattutto attraverso i mass media, voi siete destinatari! Siate vigilanti! Siate critici!" Benedetto XVI

“Pensate che gli angeli siano lenti come gli aeroplani?”

Posted by fermenticattolicivivi@gmail.com su 15/05/2013

PadrePioeangelodiGuidoReniPadre Pio cercava sempre di inculcare nei suoi figli spirituali l’amore verso gli angeli custodi che, fin dalla nascita, illuminano, custodiscono e governano la creatura umana.

Dall’angelo custode riceveva spesso preziosi servigi. A lui affidava poi numerosi incarichi che riguardavano il suo ministero sacerdotale. Per aiutare, in caso id bisogno, i suoi figli spirituali lontani, mandava sempre l’angelo custode.

Un giorno, l’inglese Cecil Humpherey-Smith, noto figlio spirituale di Padre Pio, mentre era in Italia ebbe un incidente d’auto e fu ferito gravemente. Un amico, vedendolo in pessime condizioni, andò all’ufficio postale e inviò un telegramma a Padre Pio chiedendo preghiere per Cecil. Quando consegnò il telegramma allo sportello, il postino gli diede un altro telegramma a lui indirizzato, proveniente da San Giovanni Rotondo. Con esso Pare Pio assicurava le sue preghiere per la guarigione di Cecil Humpherey-Smith.

Padre Pio AngelinoPassò qualche mese prima che Cecil potesse viaggiare. Appena fu guarito, con l’amico si recò a San Giovanni Rotondo per ringraqziare Padre Pio.

Giunti al convento, incontrarono il venerato pare, lo ringraziarono per le sue preghiere e, al fine i soddisfare la loro curiosità, chiesero a Pare Pio come fosse venuto a conoscenza dell’incidente e come avesse fatto a inviare loro così rapidamente, il suo telegramma di assicurazione.

Padre Pio con un largo sorriso sulle labbra disse: “Pensate che gli angeli siano lenti come gli aeroplani?

[Fonte: “…ma gli angeli esistono davvero?”, Ed. Medjugorje Torino, 1994, pag. 19]

Annunci

Una Risposta to ““Pensate che gli angeli siano lenti come gli aeroplani?””

  1. […] di Santa Teresina di Lisieux, la sapienza di Santa Teresa d’Avila, la povertà di San Francesco, l’amore infuocato di San Pio da Pietrelcina, l’amore materno di Santa Gianna Beretta Molla, il virile amore a Cristo del Beato Piergiorgio […]

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: